Previous Next

MEDSEA al lavoro al largo del Sinis per ripristinare 6000 piantine di Posidonia oceanica

Sono iniziati i lavori di riforestazione delle praterie di Posidonia oceanica al largo della Costa del Sinis dove il team specializzato della fondazione MEDSEA sta ripristinando 300m2 di area degradata di prateria, circa 6000 piantine, proprio in questi giorni. 

Il progetto MedSeaGrass, finanziato da Mava e messo in opera dalla fondazione MEDSEA, in collaborazione con l’Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre rientra nella mission più su larga scala della fondazione sarda Mediterranean Sea and Coast Foundation che prevede, entro il 2050, la messa a dimora di 1 milione di nuove piantine di  Posidonia oceanica nel Mar Mediterraneo.  
La campagna MEDSEA "Una foresta marina per salvare il pianeta"  affronta una crisi in corso: in tutto il Mediterraneo  Posidonia oceanica è in regressione : si stima che negli ultimi 50 anni, circa il 46% delle praterie del Mar Mediterraneo abbiano subito una riduzione dell'estensione, della densità o della copertura, e che il 20% sia gravemente regredito. 

Dati confermati anche in Sardegna dove, secondo stime MEDSEA, di 170 mila ettari di praterie di Posidonia oceanica in Sardegna, il 14% risulta danneggiato.  
“La degradazione delle praterie può essere ricondotta a numerose cause, quasi esclusivamente di origine antropica quali ancoraggio non regolare sulle praterie, pesca a strascico, lo sviluppo costiero come ad esempio la costruzione di porti, dighe, barriere frangiflutti”, spiega Francesca Frau, responsabile dei progetti di riforestazione di posidonia oceanica a MEDSEA -. Tutte queste cause possono modificare correnti e onde e, quindi, il trasporto di sedimenti che può causare la sepoltura della prateria e favorire la sua regressione o aumentare la torbidità delle acque influenzando negativamente la capacità di fotosintesi della pianta”.  

Per evitarel a degradazione delle praterie dovuto ad ancoraggi errati proprio qualche mese fa, sempre all’interno del progetto MedSeaGrass, MEDSEA ha presentato con l’AMP, Area Marina Protetta della Penisola del Sinis, una soluzione realizzata dall’azienda BlueSeeds per gestire l’ormeggio online in gavitelli già predisposti, 98, attraverso il sito BlueMooring.org. 

Posidonia oceanica è una pianta endemica del Mediterraneo e habitat di insediamento, riparo, nutrimento, area di riproduzione e sviluppo dei pesci, capace di ridurre l'impatto delle onde legate a condizioni meteorologiche estreme
- sempre più frequenti nel corso dei prossimi decenni – così come l’erosione delle coste e di assorbire ampie quantità di CO2, contribuendo a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici.

 

Foto Andrea Alvito e MEDSEA 

  

Ultime notizie

©2018 MEDSEA Foundation. All Rights Reserved.