Previous Next

Sara Segantin in tour con MEDSEA in Sardegna

Un tour appassionato, allegro, dedicato soprattutto alle nuove generazioni quello in Sardegna di Sara Segantin, ambasciatrice MEDSEA e fra i fondatori del movimento Fridays for Future in Italia. Nella seconda settimana di ottobre la giovane scrittrice e attivista ha attraversato l’isola da nord a sud, visitando scuole e manifestazioni sportive. Il pretesto è stato la recente pubblicazione della sua nuova opera, “Non siamo eroi” (Rizzoli), romanzo di formazione dove viaggio, amore e amicizia si alternano sullo sfondo della grande e pacifica battaglia per l’ambiente.

E l’ambiente è stato al centro del suo appassionato dialogo con studenti e nuovi lettori, da Valledoria a Torregrande, fino agli istituti superiori “Martini” e “Buccari-Marconi” di Cagliari e al Fico d’India, il chiosco del lungomare Poetto dove è stata intervistata dalla responsabile della Comunicazione MEDSEA, Giulia Eremita.

Le pagine di “Non siamo eroi” sono state ad ogni tappa la scintilla per riflessioni sulla crisi climatica, sulle molte forme di inquinamento, sull’insostenibile lentezza dei processi decisionali che devono portare al cambiamento, sull’armonia da ricostruire fra esseri umani e natura. Tutti i presenti, soprattutto i più giovani, hanno chiesto, stimolato nuove argomentazioni, interagito con l’autrice. Come avviene nel romanzo, Segantin ha sollevato l’urgenza della questione climatica e ambientale, stimolato nuove domande, immaginato soluzioni che possono partire solo da un’azione collettiva. Partendo dal linguaggio, naturalmente: “Le parole cambiano il mondo” ha ripetuto alle molte platee del suo viaggio in Sardegna.


Credits  © Entùla Festival | Stefano Mattana

Ultime notizie

©2018 MEDSEA Foundation. All Rights Reserved.