Previous Next

Lettera al presidente turco Erdogan per prevenire la perdita del Lago di Marmara in Turchia

L’Alleanza mediterranea per le zone umide, a cui aderisce anche MEDSEA, e i partner di BirdLife International, hanno scritto al Presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdoğan chiedere il suo impegno nel prevenire la perdita del lago di Marmara. 

In una lettera le 25 organizzazioni ambientaliste internazionali, hanno chiesto di ripristinare le condizioni ecologiche del Lago di Marmara, fonte di vita e benessere per la popolazione della regione dell'Egeo, tesoro nazionale di importanza internazionale. 

La situazione del Lago di Marmara “è drammatica, - si spiega nella lettera - il lago ha perso il 98,18% della sua superficie negli ultimi 10 anni tra il 2011 e il 2021. Nell'agosto 2021 il lago si è completamente prosciugato. Questo problema è causato dall'eccessiva estrazione di acqua dovuta all'agricoltura e allo sviluppo urbano, trascurando il fabbisogno idrico dell'ecosistema. Ciò non riguarda solo la conservazione di un'area chiave per la biodiversità e dei suoi uccelli e pesci simbolo della Turchia, ma pone anche importanti pressioni sui suoi abitanti, in particolare su pescatori e pastori, che stanno migrando alla ricerca di risorse alternative, alimentari e economiche.” 

L'area del Lago di Marmara ospita 19.220 abitanti ed è stata registrata come zona umida di importanza nazionale dal 2017 secondo il regolamento sulla protezione delle zone umide redatto nell'ambito della Convenzione di Ramsar. Questo regolamento affronta l'uso sostenibile delle zone umide, consentendo loro di essere ereditate dalle generazioni future preservandone il carattere ecologico. Inoltre, il sito soddisfa i criteri per diventare un sito Ramsar, una zona umida di importanza internazionale, in particolare per fornire habitat agli uccelli acquatici. 

Il lago è una delle 184 aree importanti per gli uccelli e delle 305 aree chiave per la biodiversità in Turchia. Questo lago è una delle tre importanti zone umide della regione dell'Egeo. 

“Fino a poco tempo fa, durante i mesi invernali, nel lago venivano registrati circa 65.000 uccelli acquatici. Le specie nidificanti iconiche includono i pellicani riccio Pelecanus crispus, le pavoncelle spinose Vanellus spinosus, le morette tabaccate Aythya nyroca e le sgarze ciuffetto Ardeola ralloides. Le comunità di uccelli mediterranei contano sul lago come importante punto di sosta per l'alimentazione e la riproduzione. 

Questa zona umida è anche di vitale importanza per la pesca, ma l'attività di pesca è terminata con l'estinzione del lago. Il lago ospita 5 specie endemiche di pesci d'acqua dolce tra cui: Ladigesocypris mermere, Gediz ghiozzo nano Knipowitschia mermere” (marmara goby), Aegean Scraper Capoeta bergamae, Eastern Aegean nase Chondrostoma holmwoodii e Aegean Spined Loach Cobitis fahireae 

Queste sono le specie che assicurano lo status di area di biodiversità del lago”. 

Con la perdita del lago, “verrebbero violati i diritti umani a vivere in un ambiente sano e gli impegni con le comunità internazionali e turche”, le ONG mettono in evidenza e chiedono a gran voce di “adoperarsi per il ripristino del Lago di Marmara”. 

Per il ripristino del lago si consiglia di: 

  • Fornire sufficienti risorse idriche per garantire le funzioni ecologiche e dell'habitat. La nostra coalizione è disposta a fornire un supporto esperto nei progetti da sviluppare per l'approvvigionamento idrico del lago;
  • Non trasformare il lago in terreno agricolo;
  • Nelle aree limitrofe al lago consentire solo le pratiche agricole che richiedono bassi apporti idrici;
  • Attuare adeguate misure di conservazione, compresa la richiesta dell'etichettatura Ramsar, al fine di fornire riconoscimento e protezione internazionale a questa preziosa area per le popolazioni dell'Egeo e del Mediterraneo.

“Riteniamo che voi e il vostro governo abbiate un'opportunità unica per dimostrare al mondo la vostra leadership nell'affrontare la crisi ambientale e promuovere lo sviluppo sostenibile, che tiene conto delle esigenze e dei desideri locali e aderisce alle leggi e agli impegni internazionali e nazionali. 

Invece di consentire uno sviluppo dannoso, chiediamo che il lago di Marmara sia utilizzato come fiore all'occhiello per un turismo e una pesca ecologicamente compatibili. 

Noi, le organizzazioni sottoscritte, rimaniamo a vostra disposizione per fornire qualsiasi ulteriore informazione richiesta e per contribuire con la nostra esperienza a sostenere la protezione e la conservazione del prezioso Lago di Marmara”, conclude la lettera. 

 photo: Ismail Memis

Ultime notizie

©2018 MEDSEA Foundation. All Rights Reserved.